22 ago

Ansia i sintomi e la terapia

 

Ansia i sintomi e la terapia

 

Tutti gli esseri umani prima o poi , hanno conosciuto l’ansia per problemi o per situazioni di vario genere , ad esempio : per un esame da sostenere , per un lutto in famiglia , per la perdita del lavoro , ecc ….

In questi casi lo stato ansioso non sarebbe una cosa preoccupante , essendo ovviamente legato alle circostanze .

Altre volte potrebbe essere d’aiuto soprattutto quando ci si trova in una situazione di pericolo .

 

Ma quando l’ansia si presenta senza un’apparente motivazione , e influisce negativamente sulla vita di una persona , allora si che c’è da preoccuparsi !

 


Cos’è dunque l’ansia e come si può curare ?

Possiamo definirla come una continua sensazione di malessere , di disagio , di paura e di intensa ed eccessiva preoccupazione rispetto alla reale situazione di vita .

Essa si manifesta con svariati sintomi , tra cui , palpitazioni ( aumento del battito cardiaco ) , insonnia , dolore toracico , vertigini , sensazione di soffocamento , sudorazione , dispnea ( difficoltà respiratoria con sensazione di mancanza d’aria ) , diarrea , mal di testa , ecc …

 

Gli attacchi di panico poi , sono delle vere e proprie crisi in cui il paziente è totalmente sopraffatto dall’ansia , questi possono avere una durata variabile che va dai 5 ai 20 minuti e comprendere numerosi sintomi di quelli sopra descritti e una sensazione di angoscia e spesso anche di morte imminente .

 

 

La respirazione inoltre potrebbe farsi più veloce e profonda ( iperventilazione ) , con conseguente aumento dell’ossigeno ( O2 ) e diminuzione dell’anidride carbonica nel sangue ( CO2 ) in questi casi per evitare di eliminare delle quantità eccessive di anidride carbonica che potrebbero dar luogo poi a vertigini , debolezza sensazione di svenimento e disturbi visivi , e meglio espirare ed inspirare in un sacchetto di carta .

 

 

E vero che l’ansia è una patologia difficile da curare ma qualcosa si può fare .

 

Innanzitutto se una persona accusa : sudorazione , palpitazioni , diarrea , stanchezza fisica , nervosismo e irritabilità e bene escludere la presenza di ipertiroidismo ( eccessiva produzione di ormoni tiroidei )

 

Inoltre in tutta onestà bisogna chiedersi : sto assumendo percaso troppa caffeina ? ( genera : tensione nervosa , irrequietezza , nervosismo )

 

Sono ansioso o sono depresso ?    per un un’approfondimento vedi l’articolo sulla Depressione .  

 

Trattamento :

In presenza di ansia cronica il trattamento farmacologico prevede l’uso delle benzodiazepine a lunga durata d’azione e ad un dosaggio molto basso  ( ATTENZIONE chi soffre d’asma deve evitare di usare questi farmaci , perchè possono causare la morte del paziente ) .

E’ preferibile evitare il fai da te con questo genere di farmaci , in quanto possono causare sonnolenza ( pericolosa nel lavoro e nella guida di un veicolo ) deterioramento della memoria e assuefazione e non sono privi di altri effetti collaterali poco piacevoli  , richiedono inoltre una sospensione graduale per evitare il verificarsi di una Sindrome da astinenza .
Di conseguenza e bene quindi affidarsi alla prescrizione di  uno specialista in psichiatria .

 

Come agiscono i farmaci ?

 

Le benzodiazepine agiscono come un amplificatore sul GABA (acido gamma-aminobutirrico) aumentandone la sua potenza .

 

 

Prima di andare avanti apro una parentesi , per chi non lo sapesse i neuroni comunicano tra di loro per mezzo di messaggeri detti neurotrasmettitori .

 

 

Il GABA è un neurotrasmettitore che quando opera è in grado di rallentare o di bloccare gli impulsi nervosi dei neuroni presenti nel cervello generando così un’azione sedativa sul Sistema Nervoso Centrale ( SNC ) , viene ridotta inoltre la produzione di dopamina , noradrenalina , acetilcolina e serotonina e di conseguenza anche l’eccitazione nervosa dovuta all’effetto di questi neurotrasmettitori .

 

 

Trattamento non farmacologico per un maggior controllo :

In presenza di tensione muscolare , sdraiarsi sul letto in un ambiente tranquillo e non freddo , quindi contrarre e rilassare i vari muscoli in sequenza .


Iniziate ad esempio dal collo , poi passate alle braccia , al torace , all’addome , alle cosce ai polpacci ed infine ai piedi .
Eseguite l’esercizio inspirando ed espirando lentamente .

 

Se vi sentite particolarmente ansiosi , sdaiatevi sul pavimento e sollevate le ginocchia tenendo i piedi per terra . Concentratevi adesso sul respiro dilatando pienamente i vostri polmoni durante l’inspirazione e svuotandoli completamente nella fase espiratoria finchè non vi sentirete pienamente rilassati

 

Visto che l’ansia inoltre può causare un aumento di adrenalina è di cortisolo e bene consumarli svolgendo un’attività fisica regolare ( corsa , nuoto , bicicletta , cyclette , ecc ……. ) per evitare danni derivanti dal loro accumulo nell’organismo .

 

Evitate alimenti e bevande che contribuiscono ad aumentare l’eccitazione del sistema nervoso :


Caffè , thè , peperoncino , coca cola , cioccolata .

 

 

Cercate di capire voi stessi -

 

Chiedetevi :

Perchè sono ansioso/a , quali cose che mi causano tanta preoccupazione ? ( sentimenti , bisogni , desideri , ecc …. )

 

Se si tratta di desideri o di sentimenti :

Posso farne a meno ?

Come potrei risolvere questi problemi ?

( Rilettete e cercate di trovare delle soluzioni valide , magari consultandovi con altri , e se il vostro problema è irrisolvibile ?  Allora cercate di non dargli peso , dopotutto : essere ansiosi migliora le cose ? )

 

Se possibile mettete tutto per iscritto , così in seguito potrete consultare il vostro promemoria  e aggiornarlo facilmente con nuove informazioni .

 

Evitate di pensare alle cose spiacevoli che vi fanno stare in ansia , fate il possibile invece per cercare di distrarvi .


Per esempio potreste uscire , oppure potreste guardare un film comico sorseggiando una camomilla o un’ottima tisana .


Altrimenti fate un bel bagno rilassante con essenze profumate ( La doccia va evitata – vedi l’articolo sullo Stress )

Se conoscete una persona sensibile disposta ad ascoltarvi , parlategli con calma della vostra situazione , dopo vi sentirete meglio .

 

E se tra i vostri amici o parenti non c’è una persona che ritenete possa essere adatta allo scopo ?

La cosa migliore da farsi in questo caso potrebbe essere quella di andare da uno psichiatra .

 

Tra questi professionisti , per le vostre conversazioni , scegliete una persona con cui vi trovate a vostro agio , si in molti casi dovrete pagare , ma vi sentirete meglio , vi farà bene , e potrete ridurre finalmente la vostra ansietà .

 

 

 

 

 

Attenzione ! –
quest’articolo a solamente uno scopo informativo , e non vuole sostituirsi al parere del vostro medico curante che conosce la vostra situazione .

 


 

 

 

© 2019 blogdellasalute

Designed by CIRTEXHOSTING -- Made free by | CIRTEX CORP | FFMPEG HOSTING | HOSTV - VPS HOSTING |