23 ago

Diabete cause sintomi e terapia

 

Diabete le cause i sintomi e la terapia

 
Il diabete mellito è una condizione caratterizzata da un aumento della glicemia , ossia degli zuccheri nel sangue ( iperglicemia ) .

 
In quest’articolo tratteremo le due categorie principali della malattia diabetica , il Diabete di tipo 1 insulino dipendente e il Diabete di tipo 2 non insulino dipendente .
 

 
Per capire meglio queste patologie è bene fare una premessa con alcuni cenni di fisiologia :
   

Il nostro corpo per potersi muovere ha bisogno di energia .
 
 

I carboidrati sono la principale fonte di energia per tutte le cellule del nostro organismo e soprattutto per i muscoli . Tra gli alimenti più ricchi di carboidrati troviamo i cereali ( frumento , riso , mais , ….. ) , i legumi , la frutta , lo zucchero , ecc …
  
 
 
Il glucosio invece non è altri che il prodotto finale del metabolismo , quindi della trasformazione dei carboidrati .
 
   
Dopo aver mangiato un bel piatto di spaghetti ricco di carboidrati , il livello di glucosio nel nostro sangue ovviamente aumenta , ma il quantitativo che si accumula nel sangue e che risulta in eccesso non viene buttato via , ma viene messo da parte come riserva energetica nel fegato nei muscoli e nel tessuto adiposo .
 
 
Ora il glucosio per poter essere utilizzato come carburante , cioè per dare quell’energia che ci occorre ogni giorno , deve entrare nelle cellule , ma per farlo ha bisogno dell’insulina e dei recettori e quì entra in campo il pancreas .
 
 
 
 
 
 
Il pancreas produce due ormoni , l’insulina e il glucagone , l’insulina come abbiamo detto e quella che favorisce l’ingresso del glucosio nelle cellule per la produzione di energia muscolare . 
 

Il glucagone invece serve a trasformare il glicogeno conservato nel fegato e nei muscoli in glucosio , al fine di poter essere utilizzato sempre come energia nell’intervallo che intercorre tra i pasti , ossia quando il livello di glucosio nel sangue si abbassa .
 

In questo modo grazie a questo meccanismo che agisce con grande rapidità , il livello di glucosio nel nostro sangue , ossia la glicemia , rimane sempre costante .
 
 
 

Diabete di tipo 1

 

Nel Diabete di tipo 1 , e nella forma autoimmune forse dovuta a un virus , le cellule delle isole di Langerhans del pancreas , che producono insulina subiscono un attacco distruttivo da parte del sistema immunitario ( quel sistema di difesa che in realtà dovrebbe proteggerci dalle infezioni ) , come conseguenza si verifica una carenza di insulina nel torrente circolatorio , il glucosio non viene utilizzato e finisce per accumularsi nel sangue causando un’ iperglicemia .
 
   
L’ iperglicemia a sua volta se persiste nel tempo , può essere responsabile di trombosi , aterosclerosi , lesioni di tronchi nervosi , ecc ……
  

Sintomi :
 

Dimagrimento , emissione di grandi quantità di urina , ingestione di eccessive quantità di cibo , sete intensa , stanchezza fisica , possono verificarsi inoltre delle infezione ai genitali e alle vie urinarie .
 
 

Terapia :
 
 
E’ necessaria la terapia con l’insulina praticata mezz’ora prima dei pasti , per mezzo di iniezioni sottocute ( glutei , cosce , deltoide ) , così da fornire all’organismo l’ormone insulina .
 
 

Da alcuni anni comunque è possibile usare il microinfusore .
 
 
Si tratta di un apparecchio che contiene una cartuccia usa e getta di insulina , da inserire con un’agocannula nel sottocute dell’addome o nella parte superiore dei glutei e che provvede ad inviare insulina in automatico , al bisogno .
 
 
Il costo di tale apparecchio è completamente a carico del Servizio Sanitario Nazionale .
 
 
La soluzione definitiva per il Diabete di tipo 1 è il trapianto di pancreas , ma non è esente da rischi .
 
 

Diabete di tipo 2

Questa forma è favorita oltre che da una predisposizione genetica , anche dal sovrappeso , da un eccesso di calorie e dalla vita sedentaria .

  
In questo tipo di diabete vi è una diminuzione dei recettori insulinici di solito causata o peggiorata dal sovrappeso , così che il glucosio a difficoltà ad entrare nelle cellule .
 
 
Si verifica quindi quella condizione che viene chiamata insulinoresistenza .
 

Il glucosio di conseguenza rimane inutilizzato , si accumula nel sangue e causa un’iperglicemia .
Da notare che inizialmente la produzione di insulina può essere più alta del normale , ma con il tempo l’organismo potrebbe stancarsi e tale produzione diventare scarsa .
 
 
Sintomi :
 
Può essere presente un’eccessiva eliminazione di urine e una sete persistente .  

Tra gli altri sintomi possibili troviamo la stanchezza fisica , il mal di testa , disturbi visivi e parestesie ( sensazione di : formicolio , punture di spilli , caldo e freddo )
 

Terapia :
 
Il diabete di tipo 2 si deve curare soprattutto a tavola e muovendosi . Visto che questa malattia si accompagna spesso al sovrappeso e all’obesità , l’obiettivo principale dovrebbe essere proprio quello di ridurre il peso corporeo .
 

L’esercizio fisico " che non dev’essere eccessivo " invece favorisce l’entrata del glucosio nelle cellule e riduce l’insulinoresistenza .
 
Successivamente se necessario è bene iniziare la terapia farmacologica .
 
    
 
 
 

Attenzione ! 
quest’articolo a solamente uno scopo informativo , e non vuole sostituirsi al parere del vostro medico curante che conosce la vostra situazione .
 
 
 

 

 

 

 

 

 

 
 
   
 
 
 
 
 
 
 

 

© 2019 blogdellasalute

Designed by CIRTEXHOSTING -- Made free by | CIRTEX CORP | FFMPEG HOSTING | HOSTV - VPS HOSTING |