23 ago

Dolore allo stomaco e gastrite

 

Dolore allo stomaco e gastrite
 
In quest’articolo oggi parleremo di gastrite una di quelle patologie purtroppo molto diffuse in tutto il mondo .
 
Cercheremo di capire quindi quali sono le sue cause , i sintomi e come intervenire per poter alleviare il dolore o per risolvere questo fastidioso problema .
 
 
Nel linguaggio medico il suffisso ite indica semplicemente infiammazione ( flogosi ) , quindi ad esempio la faringite indica un’infiammazione della faringe , la tonsilllite un’infiammazione delle tonsille , la dermatite un’infiammazione del derma .
 
 
E’ il termine gastrite ?
 
La gastrite non è altri che un’infiammazione della mucosa gastrica che tappezza lo stomaco , e può essere sia acuta ( di breve durata ) che cronica ( con un lungo decorso ) .
 
  
Quali sono i sintomi ?
 
 
Il dolore all’epigastrio è uno dei segni più evidenti .
 
Oltre al dolore comunque possono manifestarsi anche altri sintomi come la nausea e il vomito .
 
 
Alcuni di voi adesso si chiederanno , è dove si trova l’epigastrio ?
 
L’area chiamata epigastrio si trova circa 10 cm al di sopra dell’ombelico , in zona centrale , ed e delimitato dall’arcata costale .
 

 
 
 
Cause -
 
Come vedremo esistono vari tipi di gastrite ma tra le cause più frequenti troviamo quella infettiva da Helicobacter Pylori , quella psicogena e infine la gastrite da farmaci , vediamo allora di esaminarle una per una  .
 
 
 
Gastrite infettiva da Helicobacter Pylori -
 
L’Helicobacter Pylori è un batterio che una volta entrato nel nostro corpo ama vivere nello stomaco , in particolare preferisce annidarsi nella mucosa gastrica .
 
Per riuscire a sopravvivere nell’ambiente acido produce ammoniaca , un gas alcalino e incolore che neutralizza l’acidità che gli sta intorno . Sembra un tipetto furbo non è vero ?
 
Fatto ciò il batterio è in grado di indebolire le difese naturali rendendo la mucosa più sensibile all’azione lesiva dei succhi gastrici .
 

 

Il risultato ? può causare inizialmente gastrite che se non viene trattata a lungo andare può portare all’ulcera per arrivare in alcuni casi anche al carcinoma gastrico ( tumore dello stomaco ) .
 
 
Senza dubbio e meglio correre ai ripari .
 
Per escludere o confermare la presenza del batterio solitamente si utilizza il Test del respiro ( Breath Test ) , i campioni  vengono raccolti in un palloncino dopo che il paziente ha ingerito una soluzione orale di Urea 13c , oppure è possibile eseguire un’esame delle feci , le analisi del sangue per la ricerca di anticorpi invece sono le meno consigliate in quanto possono indicare si che l’infezione c’è stata , ma non permettono di scoprire se l’infezione è ancora in atto .
 
Se gli esami daranno un esito positivo il vostro medico vi prescriverà una terapia idonea per eliminare il batterio , di solito questa ha una durata di circa dieci giorni e vengono utilizzati tre farmaci , due di questi sono antibiotici , l’altro è un’antagonista dei recettori H2 .
 
Lasciate comunque che sia il medico a indicarvi i farmaci più appropriati ed evitate assolutamente il fai da te !
 
Poichè il batterio può trasmettersi da un soggetto all’altro con il bacio e bene che anche il coniuge faccia gli opportuni controlli .
 
 
 
Gastrite psicogena
 
Può sembrare una cosa strana eppure il nostro stomaco e molto sensibile alle tensioni interne , infatti e provato che le emozioni negative , lo stress , l’ansia e l’abbassamento del tono dell’umore  ( depressione ) , possono provocare gastrite . Per saperne di più sullo Stress e sulla Depressione puoi consultare i due articoli che trattano l’argomento nella categoria salute .
 
 
 
 
Gastrite da farmaci -
 
E’ un fenomeno questo che ha fatto davvero parecchi danni , per chi non lo sapesse l’abuso o l’uso errato di alcuni farmaci , può causare gastrite per via del loro effetto gastrolesivo .
 
Alcuni di questi farmaci sono gli antinfiammatori , FANS ( Farmaci Antinfiammatori Non Steroidei ) ad esempio acido acetilsalicilico ( aspirina , aspro , …… ) , nimesulide ( aulin ) , diclofenac ( voltaren ) , ecc ………. è un elenco lunghissimo , alla lista si aggiungono anche i corticosteroidi e gli antistaminici .
 
 
 
 
 
 
 
E’ vero che l’uso di questi farmaci spesso si rivela necessario per curare alcune malattie o per far cessare i loro sintomi , cosa possiamo fare allora per evitare di riceverne dei danni invece che un beneficio ?
 
 
 
La cicloossigenasi -
 
I farmaci antinfiammatori purtroppo bloccano la cicloossigenasi , ossia l’enzima che controlla la produzione delle prostaglandine ( un particolare ormone che insieme alla mucina protegge la mucosa del nostro stomaco dall’acido cloridrico e quindi dall’azione dei succhi gastrici ) .
 
Poichè l’enzima cicloossigenasi viene bloccato , questa protezione viene a mancare e la mucosa finisce per trovarsi esposta all’azione lesiva dei succhi gastrici che facendo infiammare le pareti dello stomaco ci  causeranno in breve tempo il classico mal di stomaco da gastrite .
 
 
 

Possiamo fare qualcosa per evitare di andare incontro a questi problemi ?

 
Certamente  !
 
Da premettere che vale sempre il buon senso , quindi diremo che è sempre buona regola usare i farmaci      " soltanto " se ne abbiamo veramente bisogno , così facendo eviteremo ogni abuso
 
 
Se per varie ragioni dovete iniziare una terapia della durata di diversi giorni potreste farvi prescrivere anche un farmaco gastroprotettore .
 
 
Se poi dovete assumere un’antinfiammatorio oppure un corticosteroide , o un antistaminico fatelo sempre dopo aver mangiato qualcosa , mai a stomaco vuoto !
 
Così facendo vi assicurerete la protezione naturale della cicloossigenasi .
 
 
Bisogna evitare inoltre di assumere insieme a questi farmaci anche il caffè o delle bevande alcoliche !
 
 
 
 
Alcune Norme igienico dietetiche -
 
1- Evitate tutti gli alimenti che favoriscono l’acidità , ad esempio thè , caffè , cioccolata , pomodori , agrumi
 
2- Tenete sotto controllo il vostro peso corporeo
 
3- Cercare di bere almeno 1,5 litri d’acqua al giorno
 
4- Evitate le bevande gassate
 
5- Evitate le fritture e i cibi grassi perchè rallentano lo svuotamento dello stomaco
 
6- Sono da evitare anche l’alcool , il peperoncino , le spezie e il fumo perchè hanno un effetto irritante sulla mucosa gastrica
 
- Sono consigliate invece tutte quelle attività che aiutano ad alleviare lo stress , ad esempio il nuoto , la bicicletta e le passeggiate .
 

 

 

Attenzione ! –
quest’articolo a solamente uno scopo informativo , e non vuole sostituirsi al parere del vostro medico curante che conosce la vostra situazione .
 
 
 
 
 
 
 

© 2019 blogdellasalute

Designed by CIRTEXHOSTING -- Made free by | CIRTEX CORP | FFMPEG HOSTING | HOSTV - VPS HOSTING |